Vincitore della prestigiosa pittura UOB dell’anno 2017 in Malesia, il giovane artista con sede a Kuala Lumpur, Chok Yue Zan, è una rinomata forza emergente nel mondo dell’arte contemporanea. Nato a Tawau, Sabah, Zan è cresciuto con i suoi nonni, in un ambiente boschivo circondato da una vegetazione lussureggiante e scenari mozzafiato. Era il suo santuario, uno spazio di felicità sfrenata che considera il suo paradiso perduto. Fortemente ispirato dalla nostalgia e dal singolare tema del passato, presente e futuro – Zan crede che i ricordi del passato possano avere un effetto molto tangibile sul proprio futuro.

Memory Of The Ocean III Acrilico e olio su tela, 95 (H) x180 (W) cm, 2018

Sei nato a Sabah, nella Malesia orientale. Quanto è stata influente Sabah e le sue lussureggianti foreste nella tua arte?

Sabah, Borneo è un posto bellissimo circondato da foreste e oceani lussureggianti. A differenza di altri bambini, sono molto fortunato a crescere con i miei nonni che vivevano in un bellissimo paradiso (foresta). Ci sono fiumi puliti dove posso vedere tutti i pesci che danzano nell’acqua, anatre e oche che cantano per i pesci, pollo e cani che si rincorrono, gatti che dormono continuamente. Questo è tutto sulla mia felicità d’infanzia e momenti gioiosi. Penso che mia madre abbia preso la decisione giusta per la mia infanzia.

I temi che hai scelto negli ultimi anni sono stati spesso correlati al Paradiso, o un ” Paradiso perduto” . Raccontaci di più su questo Paradiso che è così vividamente presente nella tua arte?

La foresta (paradiso) significa molto per me. Ricordo la prima volta che sono stato qui a Kuala Lumpur, mi perdo facilmente nella grande città. Ma non mi perdo mai nel paradiso. Alberi e fiume mi portano sempre nella direzione corretta. Il paradiso è uno spazio; allo stesso tempo è un guardiano. Vorrei poter trascorrere un lungo anno nel paradiso in questo momento. Sempre bei ricordi di vivere con i miei nonni. Mi hanno insegnato come raccogliere le uova nel modo giusto e raccogliere la frutta in giardino.

Dopo la scomparsa dei miei nonni nel 2006, il paradiso che tengo molto al mio cuore ha iniziato a scomparire. Tutto si è trasformato in un dolce sogno. Tutta la vita e lo spazio sono spariti. Dopo alcuni anni, i miei genitori divorziarono. Il rapporto tra me e la mia famiglia sta cambiando e tutto diventa strano. Il paradiso non è solo uno spazio, allo stesso tempo, è tutto per me.

Memory Of The Ocean Acrilico e carbone su tela, 115 (H) x210 (W) cm (trittico), 2018

Il concetto di ” memoria” è fondamentale per la tua arte. In che modo influenza la tua visione del futuro?

La mia ultima mostra personale ” Retrospect of Paradiso ” 2018 alla Galleria Art Porters è un ricordo del mio ricordo d’infanzia. In questa mostra, rendo omaggio ai miei legami familiari e all’ambiente in cui vivevo. È una narrazione sulla connessione tra me e il paradiso e il rapporto con la famiglia.

Recentemente ho lavorato su una nuova serie chiamata ” De Upside Down “. Questa è una serie che contempla il mondo squilibrato e i ricordi personali. Il mondo in cui viviamo è transitorio. Nulla e ‘definitivo. Le cose cambiano rapidamente in breve tempo e gli scenari che conoscevamo diventano sconosciuti. Possiamo fidarci dei nostri ricordi? Con questa serie, voglio sottolineare il legame tra ricordi e familiarità, usando i paesaggi naturali come analogia. Queste opere si basano sui miei ricordi personali e sull’esperienza maturata in Sabah e spero che il mio pubblico possa relazionarsi con loro nei loro modi tangibili.

Allo stesso tempo, ho pianificato anche un’altra serie. Questo è un progetto incentrato su come la tecnologia oggi influenza la nostra vita e memoria. Questo è un lavoro interattivo con le persone che usano lo smartphone. Gli smartphone sono diventati una necessità così importante nella nostra vita quotidiana. Un grosso problema da affrontare oggi è il modo in cui le informazioni vengono registrate con la fotografia da smartphone.

La memoria è sempre al centro della mia arte. Si tratta di storie originali che accadono nel nostro viaggio. Credo che ognuno abbia un ricordo unico nel proprio cuore.

Stavamo insieme, forti come Stones II Acrilico, carbone e olio su tela, 140 (H) x120 (W), 2018

L’arte dell’artista cinese contemporaneo Zhang Xiaogang e il suo vasto lavoro su ” linee di sangue e ricordi di famiglia” risuonano in te, e se sì come?

Sì, “Bloodlines and Family Memories” di Zhang Xiaogang risuona con me. Ho usato vecchie fotografie dei miei album di famiglia, come Zhang Xiaogang. Usa una linea rossa per collegare i familiari nei suoi dipinti, simboleggiando una linea di sangue e una relazione. Nel mio lavoro, uso le pietre per rappresentare le relazioni. Le pietre sono dure, ma io disegno con carbone. Il carbone come materiale illustra l’indebolimento del paradiso nel tempo. Il legno si trasforma in carbone attraverso le alte temperature, a significare il cambiamento. D’altra parte, la fragilità del carbone connota una qualità di impermanenza e vulnerabilità.

Ho pensato, possiamo rimanere forti come le pietre Acrilico, carbone e olio su tela, 120 (H) x180 (W), 2017

 Quanto è stato importante per te il riconoscimento del tuo talento nel 2017 quando hai vinto il premio UOB Painting of the Year (Malesia)?

Innanzi tutto vorrei ringraziare UOB (United Overseas Bank) nel tenere questo programma per supportare artisti di talento ogni anno. Questo ha creato un grande cambiamento nella mia vita. Non avevo grandi aspettative quando ho presentato il primo dipinto della serie “ Tough Like Stones, I Thought ” a UOB Painting of the Year 2017. Volevo solo ottenere più visibilità per la mia nuova serie. È stata un’opportunità per me in quel momento. Sorprendentemente, ho vinto il dipinto dell’anno (Malesia) nel 2017 e anche una residenza di un mese al Museo d’arte asiatico di Fukuoka. Questo premio mi ha dato una grande fiducia nel mio campo. Anche una grande spinta per la prossima tappa del mio viaggio. Per fortuna, allo stesso tempo, mi sono unito alla Art Porters Gallery come uno dei loro artisti. È stato un nuovo inizio e una nuova sfida nel mio viaggio artistico.

La tua tecnica come artista è piuttosto Stai scolpendo in tele a strati per far risaltare i colori sottostanti, colori che sono stati mescolati con il gesso per creare una superficie solida su cui il coltello da intaglio può incidere. Quando hai iniziato ad adattare tale tecnica e da dove proveniva l’ispirazione?

Ho iniziato a scoprire questa tecnica all’inizio del 2017, quando ero tutor e tecnico di studio presso la Dasein Academy of Art di Kuala Lumpur. Il mio compito era guidare gli studenti nelle materie della stampa e della scultura. Sono sempre interessato a esplorare diversi mezzi e materiali che posso applicare sulla tela. L’ispirazione è venuta dalla stampa xilografica. A quel tempo, mi chiedevo c’è un modo possibile per scolpire su tela? Un giorno ho realizzato che il gesso può essere scolpito ed è quasi lo stesso effetto della scultura su lino e compensato. Questa tecnica mi permette di mescolare il colore con il gesso ed è possibile creare qualsiasi dimensione io voglia.

 Ultimamente hai utilizzato tecniche 3D nella tua arte, dicci di più lì?

 Sono interessato a fare texture su tela. La trama è definita come la qualità tattile della superficie di un oggetto. Fa appello al nostro senso del tatto, che può evocare sentimenti di piacere, disagio o familiarità. La trama è qualcosa con cui posso giocare attraverso la manipolazione del mezzo e della tecnica per raccontare le mie emozioni.

De UPSITE DOWN Olio su tela, 120 (H) x200 (W) cm, 2019

La tua visione della scena artistica è diventata più internazionale dal momento che oggi lavori a stretto contatto con la galleria e il team di Art Porters?

 Sì, ho più opportunità di esporre le mie opere a livello internazionale. Mi sono goduto il mio primo assolo alla Art Porters Gallery di Singapore, alcune mostre collettive presso lo stand della galleria nelle fiere di Jakarta, in Indonesia, e Kuala Lumpur, in Malesia. I miei collezionisti non provengono solo dal sud-est asiatico, ma sono anche più internazionali. Oltre alle mostre, ci sono opportunità di lavorare con altri commercianti d’arte attraverso Art Porters Gallery. Sono molto contento e grato di far parte dell’Art Porters Gallery. Avere sempre una buona esperienza e creare bei ricordi lavorando con loro.

De UPSITE DOWN II Olio su tela 120 (H) x160 (L) cm 2019

 In quale città sogneresti di allestire una mostra personale?

Sono molto felice di organizzare una mostra personale in qualsiasi città. Di recente sto organizzando la mia seconda mostra personale a Kuala Lumpur, in Malesia. Vorrei cogliere ogni opportunità per ottenere più visibilità in qualsiasi città. Credo che luoghi diversi vengano con un pubblico diverso e gli amanti dell’arte per godersi le mie opere. Allo stesso tempo, posso ascoltare ciò che provano quando esposti alla mia arte. L’esposizione all’arte visiva induce le persone a raccontare la loro storia. Ognuno ha la propria comprensione basata sui propri ricordi ed esperienze.

Sei un astuto osservatore e amante della natura. Quali sono stati i tuoi pensieri sul relativo blocco di Covid-19 in Malesia e nel mondo?

Come sappiamo, Covid-19 ha influenzato seriamente l’economia globale e le nostre vite quotidiane. Allo stesso tempo, alcuni paesi affrontano problemi politici e di governo in questo momento, compresa la Malesia. Da un altro punto di vista, è un buon momento per guarire la nostra madre terra. Per me, potrei prendere del tempo per pensare alle questioni ambientali, leggere alcuni libri e fare ulteriori ricerche sul mio prossimo progetto.

Se dovessi nominare un mentore che ha influenzato notevolmente la tua arte e visione del mondo, chi sarebbe?

 All’inizio della mia carriera, ho fatto molte ricerche su Anselm Kiefer. Mi piace molto il suo lavoro. Studio il modo in cui pensa e i materiali che ha usato sulla tela, i materiali hanno il loro significato e anche le tecniche. Da qui penso sempre al mezzo che scelgo e a ciò che voglio raccontare attraverso il mio concetto. Come il carbone e la tecnica di intaglio sui miei quadri.

Per maggiori informazioni,

Visita: https://www.artporters.com/

Contatto: happiness@artporters.com