20 Settembre 2021

Haute Couture Summer 2021 di Pierpaolo Piccioli, Valentino

La Haute Couture di Valentino tra i decori della Sala Grande della Galleria Colonna a Roma sfila digitalmente la collezione co-ed Spring Summer 2021 di Pierpaolo Piccioli, un inno al rito e all’essere umano. Sulle note di Ritual Spirit (temporal) di Robert Del Naja dei Massive Attack, la collezione #CodeTemporal si sviluppa in un’atmosfera misteriosa ed esprime il rapporto tra l’essere umano e i valori dell’alta moda. Il tempo viene analizzato come un valore per riportare i contatori a zero, e riprogrammare una nuova collezione. Un atto nichilista proposto per creare una nuova idea di Couture contemporanea pensata per raccontare liberamente la propria individualità. Ogni capo viene interpretato come un oggetto atemporale, ogni tessuto viene arricchito dalla manualità artigianale dei sarti della Maison. Silhouette elevate e allungate espongono il rituale performativo di vestizione con look stratificati e composti da tessuti caratterizzati da superfici tridimensionali: decorazioni di petali, ornamenti riealizzati con nastrini ripiegati e assemblati, e applicazioni di perle e cristalli di diverse dimensioni.

1611672922434727 valentino haute couture spring summer 2021 look immagini sfilata code temporal lofficielitalia781611672999968128 valentino haute couture spring summer 2021 look immagini sfilata code temporal lofficielitalia49

Cappe e gonne forate da intagli seriali riportano una tridimensionalità alle silohuette creando effetti di sovrapposizioni a sorpresa. Il guardaroba maschile dialoga con quello femminile: ampi trench coat indossati in contrasto con top e serafini dalle cromie irridescenti, tessuti metallici e paillettes si sviluppano su gilet in knitwear, abiti e jumpsuit. Pierpaolo Piccioli campiona per questa collezione una serie di tonalità calde e fredde, i neutri e i colori acrilici che vengono accompagnati a cromie audaci che catturano l’attenzione con i materiali lurex e metallici.

La collaborazione con Robert Del Naja ricodifica il sistema della Couture con un video documentaristico che presenta il processo di creazione della collezione raccogliendo il making of nell’Atelier, gli scatti fotografici seriali e il time lapse del work in progress sui busti da sartoria che vengono sintetizzate in sequenze algoritmiche e arrangiate musicalmente dalla macchina dell’artista Mario Klingemann. Un dialogo reale e digitale che rappresenta la ricerca di un nuovo umanesimo.

 

1 / 86